Gioco Criminale

Lingua: italiano – Numero Pagine: 297
GIOCO CRIMINALE

Formato Cartaceo - Prezzo: 18,00 Euro

– Spese di Spedizione incluse nel prezzo.
– Copia autografata dall’autore.

SINOSSI

L’efferato omicidio di una ragazza porta a un’indagine da subito intricata.
Il commissario Riccardo Ferri e l’ispettrice Barbara Sforza, durante le loro investigazioni, si ritrovano a dover riaprire vecchi casi di rapimenti. Nel frattempo gli omicidi proseguono.
Padre Raffaele da tempo ha perso la sua serenità: la confessione di una ragazza lo tormenta.
Maurizio, benestante padre di famiglia, deve la sua fortuna a un uomo che periodicamente gli versa dei soldi, per pagare il suo silenzio.

Questi sono solo alcuni dei personaggi che compongono Gioco criminale, un intrigante giallo con sfumature noir, che parla di fragilità, ossessioni, segreti, tradimenti, turbamenti e terrore ma anche di avventura, passione e fiducia.
Gioco criminale ci proietta in vicende che tolgono il fiato, storie in cui nulla è come sembra e nelle quali il colpo di scena è sempre dietro l’angolo…

Leggi un estratto del libro

Video

Luca Masini a Radio Godot Maggio 2017 (Roma)
Buk Festival 2017 (Modena) – Radio Loggione
Maggio 2017 (Roma) – Sette minuti con Luca Masini

Recensioni

L’autore è nato a Firenze nel 1971, dove vive e lavora presso una società che gestisce i parcheggi di Firenze e la scrittura fa parte del suo mondo, cullandolo nel cuore della notte.

L’efferato omicidio di una giovane ragazza porta fin da subito a un’indagine intricata che il commissario Riccardo Ferri e l’ispettrice Barbara Sforza dovranno districare con le loro investigazioni e con la riapertura di vecchi casi di rapimenti avvenuti negli anni precedenti e mai risolti. Arriverà in loro aiuto anche un ex poliziotto ormai in pensione, Nicola Quadri, che deve placare il suo senso di colpa per non aver compiuto il suo lavoro in maniera dettagliata ed esauriente a tempo debito.

Nel frattempo nella città metropolitana vicino a Empoli, Montelupo Fiorentino, gli omicidi proseguono senza riuscire ad ottenere dalle varie scene del crimine delle prove che aiutino gli investigatori a seguire una pista. Gli inquirenti riescono solo a fare supposizioni, si sentono dentro un buco nero senza uscita, finché alcuni testimoni, con piccoli dettagli, daranno la spinta giusta alle indagini. Il romanzo noir racconta anche le vicende personali dei vari personaggi che, inconsapevolmente o volutamente, si aggrovigliano tra di loro creando un labirinto di storie parallele che lasciano il lettore incollato alla lettura del libro.

L’autore racconta in maniera particolareggiata tutte le sfumature caratteriali di ogni protagonista, anche di quelli marginali ma importanti nella storia; in questo modo ci ritroviamo nella provincia toscana raccontata molto spesso da registi come Monicelli, Nuti e Virzì che, come il romanziere di quest’opera, raccontano molto bene le passioni, avventure, tradimenti e turbamenti dei loro personaggi.
Continua la lettura qui: http://ilblogdieleonoramarsella.it/gioco-criminale-di-luca-masini/

Eleonora Marsella

Luca Masini è uno scrittore fiorentino, autore di racconti e romanzi. Il genere prediletto da Masini per le sue trame è la narrativa gialla, arricchita dai toni del noir. Il suo terzo romanzo intitolato Gioco criminale – di recente uscita (SensoInverso Edizioni) – è un riadattamento del suo primo libro, di cui conserva l’impianto narrativo e le atmosfere tipiche del genere di riferimento, tra eventi e personaggi misteriosi, imprevisti appassionanti e delitti. L’abbiamo intervistato per conoscere meglio il suo percorso e per parlare della sua ultima opera.

Il suo nuovo libro, Gioco criminale, nasce da una rielaborazione del suo primo romanzo giallo Quinto comandamento. Cosa l’ha spinta a rieditare la sua opera d’esordio?

Volevo sfidare la mia patologia. Undici anni fa i medici mi hanno diagnosticato la sclerosi multipla. La paura che il mio cervello si potesse affaticare creando nuove storie mi ha spinto ad allontanarmi dalla scrittura per dieci anni. L’ultima visita neurologica ha cambiato tutto: le parole della neurologa che mi ha seguito in questi anni hanno cancellato il mio timore che scrivendo potessi stare di nuovo male. Così ho deciso di rieditare il romanzo d’esordio, apportando delle modifiche nel testo e nel titolo. Per rendere ancora più affascinante la sfida, ho deciso di scrivere anche una storia nuova che s’intitolerà “Inseguendo Laura” e racconterà le vicende di un gruppo di ragazzi che si troveranno ad affrontare in maniera diversa il difficile passaggio dall’adolescenza all’età adulta.
Continua la lettura qui: http://www.cultora.it/intervista-luca-masini-toni-del-giallo-del-noir-suo-gioco-criminale/

Cultora - Valentina Pudano

Quanto può essere malata la mente umana?
In questo romanzo omicidi che si susseguono nella tranquilla cittadina di Montelupo Fiorentino, fanno pensare ad un serial killer che uccide donne apparentemente senza legame alcuno.
Riccardo Ferri e Barara Sforza, commissario e ispettrice, si trovano ad indagare sulla morte di una ragazza che già in passato era stata vittima di un crimine.
Quello che sembra un caso di omicidio evolve in realtà in sparizioni e morti inspiegabili.
Ciò che sembra una serie di crimini senza collegamenti apparenti si interseca con una vicenda passata, un gioco dove la mente umana mostra il peggio di sé e dove, mescolando fattori e dettagli invisibili, il finale è un’ordinata risoluzione e chiusura di un cerchio macabro e inquietante.
Un’indagine intricata, omicidi e persone scomparse e due protagonisti attenti e vigili su un caso che sembra irrisolvibile e che sembra l’epilogo di un rapimento passato ma che, nella realtà dei fatti, nasconde un gioco mostruoso su cui i protagonisti si trovano ad indagare quasi per caso.
Una trama elaborata che però non perde mai un colpo, personaggi che si intersecano in un groviglio di misteri lentamente risolti, una storia noir, un giallo mozzafiato scritto bene e ordinato nella sua articolazione.
Un libro che si lascia divorare per l’impossibilità di frenarsi, di dire basta ad una storia che coinvolge e dove, attraverso meticolosi dialoghi e avvenimenti, la ragnatela del mistero viene sciolta e le tessere di un puzzle macabro logicamente sistemate.
Una narrazione veloce, molti dialoghi, una storia complicata, ben pensata che si evolve e dove non mancano colpi di scena fino all’ultima pagina.
Un romanzo ben scritto, ben pensato e studiato!
Mi ha colpito particolarmente l’essere riuscita ad “entrare” nella storia ed aver provato inconsciamente a risolvere il caso insieme al commissario Ferri e all’ispettrice Sforza.
Suspance, psicologia, menti malate, raggiri, doppie personalità, crudeltà…non manca davvero niente.
Un libro completo, una storia da non lasciarsi sfuggire!
La speranza è quella di ritrovare il commissario e l’ispettrice in un nuovo giallo così coinvolgente!

Chiara e Matteo Libriamoci